Better Energy From Better Food

Better Energy from Better Food – A scuola del mangiare meglio


È al nastri di partenza Better Energy from Better Food il progetto ideato da Asset Camera – Azienda speciale della CCIAA di Roma – e finanziato dalla Regione Lazio nato con lo scopo di sensibilizzare i ragazzi delle scuole superiori  sull’adozione di corrette abitudini alimentari attraverso la tecnologia.

Coerente con il tema di Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, il progetto punta alla valorizzazione del patrimonio culturale della dieta mediterranea – patrimonio immateriale dell’Unesco – come strumento per il conseguimento di uno stile di vita salubre, in un percorso incentrato sulla filiera dei prodotti tipici regionali del Lazio.

Come Codemotion siamo da sempre particolarmente attenti a tutti gli aspetti dell’educazione dei ragazzi: per questo abbiamo abbracciato la sfida lanciata all’interno dell’I.T.I.S. G. Galilei di Roma.
Le evidenze degli ultimi anni, infatti, indicano come crescano, nella popolazione giovanile italiana, i problemi legati alle cattive abitudini alimentari e alla pratica di stili di vita poco sani: una sempre crescente quantità di ragazzi è sovrappeso o ha gravi problemi di obesità: tra il 2011 e il 2012, era in sovrappeso o obeso oltre un bambino su tre (36%) tra i 6 e i 10 anni; nel Sud quasi uno su due (48%). La quota si riduceva a uno su quattro (25%) tra i bambini di 10-13 anni, ma tra i maschi di questa età era al 30% (fonte Istat, “Tutela della salute e accesso alle cure, 2014”).

Scienza, Tecnologia e Gioco per parlare alle giovani generazioni

Trovare un approccio innovativo al tema alimentazione:  ecco la sfida di Better Energy from Better Food.  Quel che cercheremo di fare, grazie alle competenze dei docenti di Codemotion Kids, è di utilizzare la scienza, la tecnologia e il gioco per il coinvolgimento delle giovani generazioni in percorsi formativi.

Il percorso di apprendimento che si propone di realizzare è studiato quindi con un approccio di “gioco scientifico” e “social”, legato a internet e al “coding” sfruttando i mezzi che le nuove tecnologie mettono a disposizione. È attraverso la programmazione e l’utilizzo delle nuove tecnologie che si faranno apprendere concetti quali: “i prodotti stagionali”, la “produzione territoriale”, “le eccellenze del territorio attraverso gli alimenti certificati”, il “Km. zero”. Le attività formative e divulgative saranno, inoltre, indirizzate alla promozione dei prodotti del territorio laziale, creando una maggiore consapevolezza sulla “catena del valore” legata alla produzione alimentare locale, sostenendo la qualità e sensibilizzando i consumatori.

Le attività informative avranno poi un momento di condivisione con la partecipazione di studenti e stakeholders a un “hackathon” (evento a tema hack–marathon, maratona della programmazione) con la finalità di realizzare un’applicazione informatica sulla sana alimentazione. Si tratta di un evento in cui si cercherà di realizzare un’applicazione capace di rendere fruibile, in forma di gioco-web, i contenuti del progetto. Sono tre gli ambiti della produzione agroalimentare laziale che il progetto intende indagare: latte e formaggio, olio e olive e la verdura e la frutta.

Sarà infine organizzato uno spazio di promozione e diffusione, sotto l’egida del marchio EXPO 2015, alla Maker Faire 2015 (The European Edition), uno dei più grandi eventi di promozione dell’innovazione in Europa, con un’area tematica strettamente pensata per il cibo e all’importanza di uno stile di vita salubre. Si tratta quindi di un percorso informativo che, oltre a promuovere uno stile di vita corretto, porta gli studenti a contatto con il mondo dell’innovazione e dell’imprenditoria.

Infine, particolare attenzione sarà dedicata anche agli aspetti di eco-sostenibilità. Per le attività di progetto verranno seguite alcune delle linee guida del Green Public Procurement, quali l’efficienza e risparmio nell’uso delle risorse, la riduzione dell’uso delle sostanze pericolose e la riduzione quantitativa dei rifiuti. Inoltre, si procederà alla dematerializzazione della promozione riducendo al minimo l’uso di strumenti cartacei e utilizzando solo carte riciclate o a marchio FSC e inchiostri di origine naturale nella stampa dei materiali.

Il progetto Better Energy from Better Food è gestito da Asset Camera, Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con Codemotion Srl e Fosan Servizi Srl . Il progetto è realizzato grazie alla partecipazione dell’I.T.I.S. G. Galilei di Roma.

Vai al sito ufficiale