Fabio Papale e Matteo Pisani

#CodemotionStory – “Codemotion ci ha cambiato la vita!”


Inauguriamo oggi con questo post una serie di interviste doppie sul blog di Codemotion!

È capitato nel corso degli ultimi eventi da noi organizzati – uno fra tutti il Codemotion Roma 2015 – di (re)incontrare personalmente molti di voi, amici di vecchia data, che avete colto l’occasione per salutarci con tanto affetto. Tra una risata e l’altra, spuntavano ricordi ed esperienze di vita.

Si delineava una traccia comune, che ci ha molto colpito e ci ha reso particolarmente orgogliosi del nostro lavoro. Per molti di voi il Codemotion è stato più di un evento, più di una conferenza. È stata un’occasione di crescita, di svolta, di ripartenza. Dire che il Codemotion abbia aiutato in tanti a trovare lavoro è un onere e un onore che non ci sentiamo di arrogarci. Resta però il fatto che ci siamo rimasti toccati nel sentire le storie di vita di questi due nostri amici. Storie assolutamente diverse, eppure così convergenti e complementari!

Siamo felici di condividere con voi le loro parole: vi presentiamo Fabio e Matteo!

  • Come ti chiami?

– Fabio Papale.

– Matteo Pisani.

  • Età?

– 31 anni.

– 11000 anni, che per i comuni mortali sono 24! :P

  • Chi sei?

– Sono nato a Napoli il 24 gennaio del 1984. La mia grande passione per l’informatica nasce quando avevo 9 anni, quando ho scritto il mio primo programmino con… indovinate con cosa? Q-BASIC usando l’editor del caro vecchio DOS! E vedere a quell’età il pc, il mio caro 386 con ben 4MB di ram e un hard-disk da 80MB, fare quello che decidevo io… fu emozionante!!! Da lì ho deciso di indirizzare tutta la mia formazione verso il mondo dell’informatica e così mi sono diplomato a Napoli come Perito Informatico; dopodiché ho conseguito con 110 e lode la laurea triennale in Ingegneria Informatica alla Federico II di Napoli e infine ho concluso la laurea magistrale, sempre con 110 e lode :-) , alla Sapienza di Roma, dove mi sono specializzato in “Architetture e Sistemi Distribuiti”. Pochissimi giorni dopo la discussione della mia tesi magistrale riesco ad avere, e dopo vi dico come, un appuntamento per il mio primo colloquio di lavoro! Distanza un mese, e ho iniziato la mia carriera professionale nel mondo dell’informatica. Ora ricopro il ruolo di enterprise architect all’interno del Dipartimento di Informatica della Banca d’Italia, dove ho la possibilità di confrontarmi sempre con colleghi di grande spessore professionale, di mettermi sempre in gioco, di partecipare a progetti importanti e vitali per il paese e per l’intera Europa, insomma, di essere parte di una delle istituzioni più importanti del paese. La tecnologia che più ho utilizzato in tutta la mia vita professionale è stata Java Enterprise, dai piccoli progetti sviluppati anche solo per interesse personale, fino a grandi sistemi di simulazione commissionati da grandi clienti come ENI.

– Sono nato a Cassino, una città che si interpone tra Roma e Napoli. Curioso come un gatto, ho smontato di tutto da quando ero un pupo fino all’adolescenza, quando assemblai il mio primo computer… erano i tempi del liceo (scientifico) quando mi appassionai al web, alla sicurezza delle reti e poi alla programmazione. Sono studente di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni, lavoro dal 2011 e sono esperto di .NET, di sviluppo applicazioni mobile e di web automation. Mi aggiorno quotidianamente, utilizzo i linguaggi di programmazione che vanno per la maggiore. Attualmente occupo la posizione di CTO presso la mia società che si chiama Alibabyte Software House ed offro consulenza per terzi. Nel tempo libero, sviluppo videogames.

  • Come hai sentito parlare per la prima volta di Codemotion?

– La prima volta che ho sentito parlare del Codemotion, in realtà si chiamava ancora Javaday, e se ricordo bene ne venni a conoscenza tramite propaganda fatta all’interno del campus de La Sapienza.

– La parola Codemotion mi è pervenuta la prima volta nella classica e-mail dalla vostra newsletter: subito mi ha incuriosito e mi sono documentato a riguardo gli eventi organizzati.

  • Quando è stato il tuo primo Codemotion? E quanti Codemotion hai seguito?

– Il mio primo Codemotion, anzi il mio primo Javaday è stato nel 2010. Oltre all’edizione del 2010, ahimè ho seguito poi solo l’ultima edizione, ovvero questa del 2015: sono stato troppo preso dal lavoro e dalla vita, ma volevo tornare! :)

– Il mio primo Codemotion risale forse a tre anni fa, da lì ne avrò persi davvero pochissimi, ma solo per cause di forza maggiore, eh!

  • Hai seguito anche altri eventi organizzati da noi?

– Purtroppo… NO! :(

– Certamente! Ho partecipato a quasi tutti gli hackathon ed i workshop organizzati da Codemotion!

  • Cosa “ha fatto per te” Codemotion? Cosa ti è successo?

– Come vi accennavo prima, dopo praticamente 5 giorni dalla discussione della mia tesi magistrale, il 30 gennaio 2010 partecipai al Javaday e lì conobbi colui che poi è stato il mio capo per i successivi 4 anni… :) Quel giorno lasciai vari curriculum e dopo un paio di giorni fui richiamato da un’azienda, Capgemini, e mi vidi fissare un colloquio di lavoro… il 22 febbraio 2010 è il mio primo giorno di lavoro! Dopo meno di un mese dalla seduta di laurea! E questo solo grazie al MITICO JAVADAY!!!

– A Codemotion devo la nascita della mia società, nata poco dopo il primo hackathon. “Alibabyte” era il nome del team partecipante. Eravamo in 3, ed 1 mese dopo eravamo già una S.r.l.s.!

  • Ti abbiamo cambiato la vita o ti abbiamo in qualche modo aiutato?

– Vorrei ben vedere!

– Posso dire con fermezza che Codemotion mi ha cambiato la vita. Mi ha fatto capire che per realizzare il sogno del cassetto, bisogna prima costruirsi il cassetto.

  • Prova ad immaginare come sarebbe ora la tua vita senza Codemotion…

– La mia vita senza Codemotion… Di sicuro 5 anni fa fu una grande occasione per vedere insieme, nello stesso luogo e nella stessa giornata, tante società importanti; senza Codemotion sarebbe stato tutto un po’ più difficile! :) La mia vita senza Codemotion al giorno d’oggi? Venirci oggi è stata di nuovo una grandissima opportunità per ampliare il network di conoscenze, ma dopo vi spiego meglio…

– La mia vita senza Codemotion sarebbe quella del classico ragazzo che ancora non ha ancora ben chiaro il suo lavoro ideale.

  • Ti fermi mai a guardati indietro? Rifaresti tutto?

– Certo che mi fermo a guardarmi indietro! E certo che rifarei tutto… perché chi sono ora, cosa faccio, dipende da tutte le mie scelte passate: le decisioni e le azioni intraprese nel passato mi hanno portato dove sono ora, ed è esattamente dove voglio essere! :) E qui aggiungo una piccola nota: spesso non decidiamo, non agiamo solo per paura di sbagliare, ma anche gli errori e le decisioni sbagliate fanno di noi ciò che siamo ora, perché ci formano e ci fortificano!

– Lo faccio spesso e se potessi rifare tutto, lo rifarei in C#! :P

  • Cosa vuoi di più dalla vita? Possiamo dartelo noi? :D

– Cosa voglio di più dalla vita? …È da un po’ di mesi che comincia a girarmi nella testa l’idea di diventare un libero professionista, di avere una mia azienda, di avviare una mia start-up. Ed è qui che il Codemotion è tornato con forza nella mia vita! Al Codemotion ho avuto occasione di confrontarmi con persone e con startupper, di ascoltare le loro esperienze, di chiarirmi le idee e di venire in contatto con il modo dei Venture Capitalist italiani. Insomma work-in-progress! :)

– Un portatile che non scalda! :P

  • Quando ci rivediamo? :)

– Spero il prima possibile! :) Perché una cosa ho capito: che in questo mondo moderno, e soprattutto nel nostro mondo, nel mondo dell’informatica e della tecnologia, non ci si deve mai fermare: la formazione continua è un MUST! E poi, come disse Albert Einstein, “in nome della scienza, non smettere mai di chiederti perché!”

– Sicuramente, al prossimo hackathon! :D

 

Ringraziamo entrambi i protagonisti di questa “intervista doppia”!
Ci vediamo al prossimo evento! Stay Tuned!